Dal trading tradizionale al trading binario - OB60

Decalogo del Trader

e riceverai subito il decalogo del Trader.
Resta sempre aggiornato sulle opzioni binarie

Home | Guida per opzioni binarie | Dal trading tradizionale al trading binario

Dal trading tradizionale al trading binario

trading tradizionale e binarioMolti traders professionisti tradizionali hanno capito che con le opzioni binarie, cambiando approccio, è possibile fare ugualmente trading in modo professionale ed altamente profittevole ma vediamo di capire cosa cambia in modo sostanziale.

Perchè passare dal trading tradizionale al trading binario?

Nel trading tradizionale, il trader professionista che fa uso di analisi tecnica e quindi che studia i grafici a candele giapponesi “candlestick” nei diversi time-frame applica delle strategie che prevedono l’utilizzo di due strumenti che nelle opzioni binarie apparentemente, e sottolineo apparentemente, non esistono: stop loss e take profit.

Individuata la strategia operativa il trader tradizionale che investe con una certa frequenza ( anche più volte al giorno ) quando entra nel mercato imposta uno stop loss abbastanza prossimo al prezzo di ingresso in modo da rischiare poco nel caso la direzione presa dall’asset non sia quella giusta, mentre impone un take profit abbastanza largo in grado da recuperare innanzitutto i pips persi dallo spread del broker e con qualche pips aggiuntivo per rendere profittevole l’investimento. Il problema più grande è proprio questo: di quanti pips si deve accontentare un traders prima di chiudere l’investimento? Capita spessissimo che poco prima di raggiungere il livello di take profit il prezzo cambia direzione e subentra quindi la fase di “allarmismo” nella quale alcuni tendono a chiudere l’investimento ridimensionando i guadagni e molti altri invece aspettano, credendo di raggiungere in un secondo momento il take profit, mentre molto spesso a scattare per primo è lo stop loss.

Nel trading binario ( o trading in opzioni binarie ), questo problema non lo si ha. Quando si apre una posizione è come se si impostasse immediatamente lo stop loss, che equivale all’importo investito, e il take profit, che equivale alla percentuale di ritorno che si conosce prima di aprire l’investimento che varia da broker a broker e da asset ad asset.

Quindi risulta evidente, soprattutto per i traders tradizionali che fanno trading intraday o scalping, che gli investimenti in opzioni binarie possono essere affrontati in modo molto più lucido in quanto si va ad eliminare la variabile “di quanto mi devo accontentare?” che gioca un ruolo fondamentale in qualsiasi forma di trading. Se leggete libri di trading vi renderete conto che la maggior parte di essi attribuisce alla “psicologia del trader” gran parte del merito di un successo o un insuccesso. In questo modo siamo andati a ridurre di molto l’influenza di questo parametro e credetemi … non è cosa da poco.

Per chi fa trading binario, il profitto non è proporzionale ai pips maturati ma dipende semplicemente alla direzione presa, anche un solo pips nella giusta direzione è in grado di farci chiudere l’investimento con il massimo del profitto, ragionando in modo parallelo, anche un solo pip può far scattare il nostro take profit.

Pertanto, se già siete dei traders tradizionali di successo, non snobbate il mondo binario, potreste perdere davvero una bella fetta di torta, a mio modestissimo parere, quella più grande.

  • Mario Flammia

    Ciao, sto seguendo il tuo sito e devo farti i miei complimenti. Mi sto avvicinando al mondo del trading e vorrei iniziare proprio dalle opzioni binarie seguendo le strategie proposte. Ovviamente sto iniziando con un conto demo. Per un novello è utile o meno iniziare dalle binarie ?

    • ob60

      Ciao Mario,
      di sicuro è buono il fatto che parti senza pregiudizi. Molti traders tradizionali tendono a snobbare questo tipo di investimento perché, non conoscendo e visto la rapidità con cui si può chiudere un operazione, anche solo 60 secondi, tendono a paragonarlo di più al gioco d’azzardo. Posso garantirti che non è così anche perchè con le opzioni binarie puoi sia investire a brevissima scadenza che a lunga scadenza come anche un mese. Alla base c’è la strategia con cui si opera. Senza alcuna strategia anche il trading tradizionale è paragonabile al gioco d’azzardo.

  • Puglios

    Il parallelo tra il take profit del trading tradizionale e la % di profitto delle OB non mi convince. Il take profit non viene impostato solo sul ritorno desiderato, ma soprattutto sulla previsione di quale valore raggiungerà il prezzo. In questo senso il take profit è paragonabile alla scadenza nelle OB, inteso come criterio di uscita dal trade una volta stabilito l’ingresso.

    Mi unisco ai tanti che si complimentano per il sito. Tra quelli che ho trovato in italiano è senza dubbio il più interessante per il mio modesto livello di esperienza di trading. I contenuti vanno oltre le nozioni base che si trovano in moltissimi siti (quali quelli dei broker) ma senza addentrarsi nei tecnicismi e nel gergo che spaventano chi non ha una preparazione specifica.

    • ob60

      Ciao Puglios, giustissimo quello che dici sul take-profit, ma la mia era l’ipotesi più ottimistica della scelta del take profit, quella raggiungibile il prima possibile per poter chiudere l’investimento con un successo. Al contrario invece nelle opzioni binarie non occorre tener conto di alcuno spread e basta un solo pip nella giusta direzione per poter chiudere con il massimo del profitto conosciuto a priori, prima di aprire la posizione.

  • Mario Flammia

    Ciao Ob60,
    Grazie per la tua risposta. Effettivamente se qualcuno aprirebbe posizioni a casaccio sarebbe una forma di gioco d azzardo anche il trading tradizionale. Ho visto che nel sito parli spesso della strategia del retest sulle bande di bollinger, oltre a questa strategia quale altre si potrebbe seguire per investimenti a120 secondi ? Inoltre consigli di seguire l indicatore ADX sotto i 20, ma l adx non andrebbe seguito in un trend quindi sopra i 30 ? Sotto i 30’non si dovrebbe seguire l indice stocastico nel mercato trasversale ? Oppure hai un tuo criterio per seguire l adx sotto i 30/ 25 punti ?

    • ob60

      Ciao Mario,

      a 120 secondi per adesso consiglio quella del retest sulle bande con ADX. Perché uso l’ADX perchè quello che serve in questo tipo di trading è proprio un mercato trasversale e non un mercato con un trend definito altrimenti è più difficile trovare continui rimbalzi sulle bande.

      Spero di essere stato chiaro.

      • Mario Flammia

        Certo ora ho capito. Lo utilzzi per essere sicuro che i mercato sia trasversale, nel caso salga sopra i 20/25 il mercato segue un trend e quindi sarebbe rischioso aprire una posizione con il retest sulle bande di bollinger. In una lezione dicevi che seguivi l’ andamento del mercato delle ore notturne, lo fai per capire se il mercato ha avuto movimenti trasversali o se ha seguito un trend ? e poi agisci in base a queste informazioni ?

        • ob60

          Lo faccio per capire se comunque siamo all’interno di un trend corrispondente ad un timeframe superiore.

        • Mario Flammia

          E se nel timeframe superiore sei in un trend come agisci ?lasci perdere ?

        • ob60

          No, vedo che tipo di trend è, se è molto forte allora magari aspetto ma se alterna fasi di trend a fasi trasversali cerco di capire quanto dura un ciclo trasversale.

  • Andrea

    buonasera, comincio questa sera ad operare con le operazioni binarie a 60 sec alternando 2 / 3 strategie a seconda del trend principale : 1° RSI, 2° MACD+Bolliinger, 3° cuspidi. A quanto ho potuto vedere da alcuni test mi sembrano molto valide e si avvicinano molto alla mia propensione per il rischio.
    Complimenti per il sito e grazie per le strategie!

    • ob60

      Grazie Andrea per i complimenti.
      Inutile dirlo che ci piacerebbe conoscere anche i risultati che otterrai attraverso queste strategie e se eventualmente apporterai modifiche. Condividendo queste informazioni tutti potremmo beneficiarne.

  • Alessandro Girotti

    Ciao a tutti,mi sto affacciando in questi giorni nel mondo delle opzioni binarie dopo una modesta esperienza di trading (circa un anno).Sono pienamente in accordo con quanto scritto sopra in particolar modo per ciò che riguarda gli stop-loss e i take profit … spesso ho letto in giro il paragone al gioco d’azzardo ma penso che chiunque decida di operare nel mondo dei mercati finanziari debba tener presente il fattore tecnico che è esclusivamente un attività probabilistica come ogni attività imprenditoriale ..per gli stipendi ci sono le aziende … spero di poter condividere a presto risultati e strategie …

    Complimenti per il sito.

    Grazie a tutti

    Alessandro

    • Alessandro Girotti

      Scusato la mia ignoranza .. ma sto seguendo le opzioni con optionweb … ma il prezzo reale di ingresso è praticamente a mercato? qualcuno ci lavora?potrebbe dirmi come si trova?
      Grazie mille

  • jkd80

    ciao a tutti sto incominciando a studiare le opzioni binarie a 60 secondi mi sono scaricato il data base del eurvsusd (time frame 1minuto 50 mila dati) e tramite un programma ho studiato le caratteristiche statistiche dei dati e ho applicato in modo automatico alcune strategie come scommettere in trend o la tua ob60 a 120 secondi risultato non funziona nulla. tali dati hanno un comportamento uguale al coin flip e quindi con un ritorno del 80% ogni strategia risulta perdente. c’e qualcuno di voi che è in attivo con le opzioni a 60 secondi? tu ob60 con la strategia a 120 sei in attivo se si potresti specificare il numero di transizioni effettuate?

    • ob60

      Ciao jkd80,
      le strategie non devono essere applicate come dei robot. È normale che se le applichi alla lettera per tutto il database di dati passati puoi non ottenere risultati incoraggianti. Il difficile è proprio capire quando trovare la fascia oraria giusta e l’asset giusto per applicare le strategie. Non fate l’errore di pensare che il mercato deve adattarsi alle nostre strategie. Il mercato va avanti per fatti suoi e in modo totalmente imprevedibile nella sua globalità salvo alcuni momenti in cui sembra rispondere in maniera che soddisfa i nostri criteri e le nostre previsioni. Lì dobbiamo approfittare.

      • jkd80

        Ciao grazie per la riposta, sarò diretto quando descrivi una strategia manca sempre l’informazione più importante che è quante volte è stata usata è l risultato complessivo. Esempio strategia a 120 secondi quale è il risultato finale, lo sai bene anche te che postare screeshot con 4 transizione è solo folclore ma dal punto statistico vuol dire il nulla assoluto.

        • Acsom

          Io credo che non esista nessuna strategia che applicata all’infinito in un robot porti risultati positivi… forse la martingala con un capitale da investire pressochè infinito..

          La bravura del trader sta nell’applicare la strategia al momento opportuno, a volte i mercati ci danno finestre di trade valide per pochi minuti ,o ore… o per nulla.. il fattore umano è quello che sempre farà la differenza…

        • ob60

          È praticamente impossibile quello che chiede oltre che riservato. Posso dirle solo che a me sta dando delle soddisfazioni.
          Credo che sia già tanto condividere queste informazioni. Comunque non sono due o tre screen ma sono davvero tanti gli screen postati, inclusi quelli relativi agli investimenti effettuati. Sarebbe meglio che Lei li testasse personalmente ( con un conto demo ovviamente ) verificando Lei stesso i risultati di questa strategia. Se la soddisfa la continuerà ad usare altrimenti la abbandoni.

  • Dmitriy Io

    finalmente le idee si schiariscono……