Cosa sono i supporti e le resistenze in analisi tecnica - OB60

Decalogo del Trader

e riceverai subito il decalogo del Trader.
Resta sempre aggiornato sulle opzioni binarie

Home | Analisi tecnica | Cosa sono i supporti e le resistenze in analisi tecnica

Cosa sono i supporti e le resistenze in analisi tecnica

Alcuni di Voi mi hanno chiesto se potevo spiegare bene il significato di supporti e di resistenze in analisi tecnica. Bene, cercherò di fare del mio meglio in modo che tutti possano capire di cosa si sta parlando soprattutto quando andiamo ad analizzare i grafici del giorno o i video dimostrativi.

Per cercare di capire bene cosa sono i supporti e cosa sono le resistenze voglio farvi un esempio. Supponiamo di trovarci all’interno di una stanza chiusa in cui il pavimento e il soffitto presentano due botole chiuse collegate tra loro tramite una scala. Questa stanza non ha porte per cui, se vogliamo uscire dobbiamo farlo attraverso una delle due botole. Avete immaginato la situazione? Bene! Allora cosa facciamo, ad esempio, scendiamo dalla scala e arriviamo sul pavimento della stanza per vedere se riusciamo ad aprire la botola. Niente! Allora proviamo a salire sulla scala e vediamo se riusciamo ad uscire dal soffitto. Niente! Allora come facciamo ad uscire? Dobbiamo provare a sfondare la botola sul pavimento o quella sul soffitto. Proviamo con una, ad esempio con quella sul pavimento. Si aprono due scenari:

  1. Ce ne andiamo e ci allontaniamo continuando a scendere
  2. Ci accorgiamo che nonostante siamo riusciti a sfondarla, la nuova stanza non ci offre tante vie di uscita e pertanto rientriamo provando a vedere se è possibile uscire dal soffitto.
Stessa cosa se proviamo ad uscire dal soffitto:
  1. Ce ne andiamo continuando a salire allontanandoci dalla stanza dove eravamo intrappolati
  2. Ci accorgiamo che anche qui non ci sono uscite e pertanto rientriamo.

Chiara l’analogia? Il livello del prezzo si muove all’interno di supporti e resistenze dettate non dal nostro libero arbitrio, ma dalla legge dei mercati che è imprevedibile, però ci consente di fare delle supposizioni in prossimità di questi livelli. Il pavimento è praticamente il supporto mentre il soffitto è la resistenza.

Quindi, dopo aver deciso in quale time-frame operare occorre andare a cercarsi tutti i possibili supporti e resistenze all’interno dei quali il prezzo si può muovere.

Quando non si delinea un vero e proprio trend rialzista o ribassista allora si parla di andamento trasversale del prezzo che è il tipico caso in cui resistenze e supporti sono molto duri da sfondare. A molti trader non piace questo tipo di andamento perchè facendo trading il loro guadagno è maggiore quanto maggiore è la salita o la discesa del prezzo. Quando il prezzo oscilla tra due linee ( supporto e resistenza ) abbastanza vicine loro non intervengono perchè c’è poco da speculare. È qui invece che interveniamo noi con le opzioni binarie perchè ogni rimbalzo del livello del prezzo su un supporto o su una resitenza può diventare un nostro successo.

mercato trasversale
Tipico grafico che mostra l’andamento trasversale del mercato con un time-frame a 1 minuto ideale per negoziare con opzioni binarie a 60 secondi.

Nell’immagine qui sopra ( cliccatela per ingrandirla ) potete vedere come il prezzo dll’asset GBP/USD si sta muovendo in un canale delimitato dalle due linee verdi da me inserite nel grafico. Quella inferiore è il supporto e quella superiore è la resistenza. Notate come ogni volta che il prezzo si avvicina a un supporto o una resistenza, sembra scappare. Questo è tra i molteplici andamenti di mercato quello che preferisco per il mio modo di operare.

Nel grafico che segue mostro lo stesso identico range visto nell’immagine qui sopra solo che ho aggiunto ulteriori supporti e resistenze all’interno dei due visti prima più esterni. Inoltre ho indicato con delle frecce blu dei livelli che mentre in un occasione fanno da supporto successivamente diventano delle resistenze e viceversa.

da supporto a resistenza

Come individuare i supporti e le resistenze su un grafico a candele giapponesi?

Guardate il nostro video che mostra come settare i supporti e le resistenze.

Se questa spiegazione Vi è stata di aiuto chiedo solo la cortesia di condividerlo dove potete. Grazie.

  • Pingback: Strategia per opzioni binarie a 60 secondi – segnali da supporti e resistenze()

  • Michele

    mi sembra tutto chiarissimo!
    io ho una domanda.
    puo’ essere che con l’andamento del tempo, tipo dalla mattina all sera, si creino nuovi punti di supporto o resistenza.
    conviene inserire sempre nuove righe?
    se ci sono a distanza di poco tempo dei punti MOLTO vicini che comunque effettivamete sono uno una resistenza e uno un sopporto, merita inserire due righe vicine? o aspettiamo che il grafico SCAPPI via da questo punto “morto”?
    c’è un modo per capire quando ormai il grafico scappa del tutto? passati 2/3 minuti basta? o meglio aspettarne di piu?
    inoltre, nel video è molto chiaro di partire da grafici a 10 minuti, impostare le resistenze piu evidenti, poi passare a quello a 5 e a 1 minuti e fare la stessa cosa: nel grafico a dieci minuti pero’, e in quello a 5, i livelli temporali di riferimento quali usiamo? nel senso, mettiamo le resistenze guardando il grafico dalle ultime 2 giornate?
    o ultime 2 settimane?
    o ultime 2 ore?
    questo parametro è determinabile?

    • ob60

      Meno male che era tutto chiarissimo 🙂
      Il mercato, come più volte ho detto sul sito, respira e siamo noi a doverci adattare al mercato e non il mercato a noi. Noi dobbiamo solo essere bravi ad anticiparlo dove ci è possibile. Anticipare il mercato ovunque è impossibile ma con una buona strategia possiamo, in determinate specifiche condizioni, avere un segnale che ci consente di anticipare l’immediato futuro. Rimane comunque un tentativo, ma una cosa è andare a tentativi alla cieca sapendo di avere il 50% delle possibilità di successo, un altra cosa è fare un tentativo in condizioni che a noi sembrano più favorevoli. In questo articolo ho semplicemente illustrato cosa sono i supporti e le resistenze e non ho spiegato tutti i possibili scenari di analisi tecnica … sarebbe impossibile, sono infiniti. Ci ho tenuto però a mettere in risalto uno scenario che a me piace molto, sfruttare i supporti e le resistenze per anticipare possibili rimbalzi in uno scenario di mercato trasversale. È ovvio che prima o poi un supporto o una resistenza verrà sfondata. In tal caso il livello del prezzo dovrà tenere conto di nuovi livelli di supporto e resistenze che possono essere individuati o nell’immediato o anche in tempi futuri.

      • Michele

        ma infatti, su freestock mi sono rimaste le resistenze della scorsa settimana e sono ancora rispettate

        un unica cosa, per quanto riguarda il seguente punto cosa puoi dirmi?

        inoltre, nel video è molto chiaro di partire da grafici a 10 minuti, impostare le resistenze piu evidenti, poi passare a quello a 5 e a 1 minuti e fare la stessa cosa: nel grafico a dieci minuti pero’, e in quello a 5, i livelli temporali di riferimento quali usiamo? nel senso, mettiamo le resistenze guardando il grafico dalle ultime 2 giornate?
        o ultime 2 settimane?
        o ultime 2 ore?
        questo parametro è determinabile?

        • ob60

          Guardando solo il grafico a 1 minuto potrebbe capitare di vedere il prezzo schizzare in alto o in basso verso un livello che nel time-frame a 1 minuto sembra non avere nessun significato. Ecco che dobbiamo ampliare i nostri orizzonti e guardare su un panorama più generale e andare a vedere prima a 5 minuti ed eventualmente a 10 minuti se ci sono dei livelli di resistenza o di supporti verso i quali il prezzo si sta dirigendo.

  • Michele

    nel post in cui tu fai vedere come inserire supportiresistenze e trend, inserisci anche un indicatore, PIVOT
    a cosa serve? cosa indicano quei punti pivot?

    • ob60

      Per inserire i pivot point nel grafico di freestockcharts occorre andare su ADD INDICATOR e selezionare PIVOT POINT.
      Magari in seguito farò una descrizione dettagliata dei punti di Pivot, ma per adesso te li riassumo dicendo che rappresentano i principali livelli di resistenza e di supporto che ci possiamo apsettare nella giornata. Sono costituiti dal livello di Pivot che rappresenta una sorta di livello medio dlela sessione prcedente, da 3 livelli di supporti e tre di resistenze.