Opzioni binarie - segnali di trading 26 - 30 maggio 2014 - OB60

Decalogo del Trader

e riceverai subito il decalogo del Trader.
Resta sempre aggiornato sulle opzioni binarie

Home | Segnali opzioni binarie live | Opzioni binarie – segnali di trading 26 – 30 maggio 2014

Opzioni binarie – segnali di trading 26 – 30 maggio 2014

Eccoci arrivati all’ultima settimana di maggio. Purtroppo questa strategia non sta rendendo come ad aprile. Vediamo quale calendario ci aspetta nella settima di investimenti dal 26 al 30 maggio. 

Lunedi 26 maggio

  • Nulla da segnalare

Martedi 27 maggio

  • 14:30 USD Ordinativi di beni durevoli mensile OTM
  • 16:00 USD Fiducia dei consumatori NT

Mercoledi 28 maggio

  • Nulla da segnalare

Giovedi 29 maggio

  • 14:30 USD PIL trimestrale OTM
  • 16:00 USD Abitazione in vendita mensile ITM

Venerdi 30 maggio

  • 14:30 CAD PIL mensile NT

Come vedete settimana davvero povera di segnali, speriamo almeno che siano dei validi segnali. Può essere che nella settimana verranno aggiunti ulteriori appuntamenti al calendario in base a quanto indicato dal calendario economico. Come sempre consiglio a tutti i nuovi utenti che iniziano a seguire adesso la nostra strategia di testarla sempre prima su un conto demo.

  • Pierluigi

    14.30 USD/JPY OUT a 300 sec

  • José

    14:30 USD Ordinativi di beni durevoli mensile –> NT

    Per me è stato da no trade secondo il calendario WBP Online:

    USD Durables Ex Transportation Apr –> (0.1%) (0.0%) (2.0%)

    Risultato tra Forecast e Previous.

  • José

    16:00 USD Fiducia dei Consumatori –> 30 min ITM
    USDCHF: 0,89642 – 0,89698

    • José

      Mi sono accorto che questa notizia era da No Trade. Per fortuna se ne è andata bene a 30 Min. Mi dispiace per aver fatto questo rapporto.

  • Francesco De Stefano

    ho letto nei segnali delle settimane passate che molti cadono nel OTM per qualche secondo. E se si unisse la strategia 1 2 3 per minimizzare le perdite?

    • Pierluigi

      cosa è la strategia 1 2 3 ?

      • Francesco De Stefano

        in pratica si acquista la prima opzione secondo la strategia del calendario, suppponiamo UP, di importo 100 a 5 min.
        se dopo 3 minuti il prezzo sta realmente salendo si acquista un’altra opzione sempre UP di 50 a 5 min.
        se invece dopo 3 minuti si prezzo è minore si acquista un’opzione a 2 min di 200.
        cosi si amplifica il guadagno se il trend è corretto e si diminuisce la perdita se la variazione è minima

        • Pierluigi

          scusa nel secondo caso l’opzione a 2 minuti se il presso sta scendendo la apri sempre UP?

        • Francesco De Stefano

          in teoria dovrebbe funzionare soltanto se capisci il trend. con tempi di acquisto di pochi minuti una piccola variazione puo voler dire una perdita. si potrebbe provare a comprare DOWN per compensare la perdita ma è comunque un bell’azzardo. Sinceramente non ho mai avuto modo di arrivare al terzo punto si potrebbe provare e analizzarne i risultati

        • Shark77

          Scusa francesco ma se dopo 3 minuti risulto essere gia in profitto con la prima da 100 a 5 minuti, perche dovrei aprire un altra posizione da 50 rischiando di perdere il profitto della prima ed addirittura andare sotto??. Magari non ho capito io ne….

        • Shark77

          La mia e meno “rischiosa”, opero nel seguente modo: Analisi fondamentale in merito alla notizia, esempio Tasso di interesse BCE, la previsione dice che ci sara’ un taglio dei tassi, apro la trade short 30 secondi prima della notizia a 120′ o 300′ dipende dall’asset, se la previsione risulta essere corretta andrà ITM, se per caso dovesse prendere una direzione opposta, apro alla chiusura della 1° candela una posizione LONG a 120′ o 300′ sempre a seconda dell’asset. Questa oprazione la eseguo previa analisi logicamente, non apro cosi tanto per…

        • Francesco De Stefano

          bhe ovvio che ci deve essere un’analisi prima. Infatti bisogna interpretare il trend altrimenti la perdita è doppia. Io intendo di aprire una seconda posizione quando il prezzo oscilla troppo vicino al prezzo di chiusura in modo da evitare perdite in caso di oscillazione agli ultimi secondi. L’aggiustamento della tua tecnica mi sembra molto piu efficiente forse. Ma potrebbe funzionare anche con notizie di “peso” minore?

        • Shark77

          Il più delle volte si, soprattutto con determinati asset…. Nel trading tradizionale risulta un pochino più semplice perché si possono aprire 2 posizioni pendenti, una buy stop e l’altra sell stop, in modo da non preoccuparsi troppo della direzione, certo e rischioso perché potrebbero saltare gli SL, oppure aprire il trade ma non arrivare al TP…. Di solito si hanno buono risultati con l’asset aussie e kiwi, annunci macro riguardanti il dollaro australiano più precisamente…..Il rischio comunque rimane sempre logico!!!

  • Pierluigi

    caro Ob, non si vede più la pagina sul blog, se non dal link degli interventi del forum

  • José

    14:30 USD PIL trimestrale –> 30 min OTM

    Complimenti per cui seguono la strategia a 5 min. Oggi è andata benissima.

    Troppe notizie alla stessa ora. C’era un discorso di Pianalto.

    Come mai non mi sono accorto prima di decidere partecipare in questa notizia. 🙁

  • José

    16:00 USD Abitazione in vendita mensile –> 30 min ITM
    USDJPY –> 101.690 – 101.609

  • ob60

    Purtroppo nel mese di maggio questa strategia non ha dato i risultati ottenuti nel mese di aprile. Una grande instabilità dei mercati spesso, nostro malgrado, ha creato una reazione dei traders esattamente contraria alle aspettative. Più volte in questo mese è capitato che nonostante i dati pubblicati sul calendario economico abbiano dato una indicazione precisa sulla direzione dei prezzi nell’immediato futuro, gli stessi mercati hanno reagito in modo opposto come per dire ” ci aspettavamo qualcosa in più “. Sebbene il 2014 mi ha dato grandi soddisfazioni con questa strategia fino a invogliarmi a monitorarla con attenzione per il mese di aprile e poi di maggio, adesso non pubblicherò più i risultati giorno per giorno per il mese di giugno anche se personalmente continuerò a seguirla perché è senza ombra di dubbio una di quelle strategie che può regalarci molto.
    Visto che comunque i risultati ITM non sono stati rarissimi anche in questo mese sebbene inferiori agli OTM questo tipo di strategia può essere seguita anche con delle progressioni. In caso di un investimento OTM si investe con importo maggiore ( si segue una progressione ) sul dato successivo e pertanto è sempre possibile chiudere con profitto anche un mese in cui i dati non sono così incoraggianti come quelli ottenuti a maggio. Ovviamente, introducendo le progressioni andiamo ad incrementare di molto la nostra esposizione al rischio. Pertanto prestate sempre molta attenzione, e come sempre testate le strategie su un conto DEMO.

    • Nico_83

      ciao Ob, visto che anche io continuerò a seguire questa strategia, volevo chiederti un’ultima indicazione: esiste un modo per avere il dato sul calendario il più velocemente possibile? mi spiego meglio: oggi, ore 16.00, notizia per USD, sono riuscito a vedere fisicamente con i miei occhi, l’esito della news verso le 16.02!! il mercato si era già molto mosso ma il sito non riaggiornava il dato……….è un problema mio e del mio pc, o c’è un altro motivo e quindi, una soluzione?
      grazie ancora e spero in una tua risposta (come sempre del resto).

      Nico

      • ob60

        Ciao Nico,
        i mercati spesso si muovono prima della pubblicazione del dato, molti perchè investono sulle previsioni o perchè sono degli scalper. L’unica cosa che posso dire è che se il dato non si aggiorna entro i primi 10 secondi dall’orario ufficiale … desisti.

  • luca

    Ciao Ob, un indicazione importante secondo me da considerare parecchio per questo tipo di strategia è; se la previsione è positiva rispetto al precedente per l’euro, si può notare (non sempre, ovvio) che già da mezzora prima la coppia Eur/usd in questo caso, assume un Trend bello forte e chiaro nella direzione opposta, queste sono le speculazioni. E come puoi notare dagli storici delle notizie, le previsioni all’80 per cento sono veritiere. Il mercato si prepara molto prima della notizia.