Perché un Hammer molto spesso indica un inversione del trend - OB60

Decalogo del Trader

e riceverai subito il decalogo del Trader.
Resta sempre aggiornato sulle opzioni binarie

Home | Analisi tecnica | Perché un Hammer molto spesso indica un inversione del trend

Perché un Hammer molto spesso indica un inversione del trend

Chi si sta avvicinando al mondo delle opzioni binarie si trova catapultato in un mondo che a primo impatto può sembrare astruso, incomprensibile, sto parlando del mondo dei grafici a candele. Già in pasato su questo sito ho trattato l’argomento dei grafici a candele come base per chi vuole studiar strategie per negoziare in opzioni binarie. Tutto ciò che riguarda i grafici lo trovate nella nostra categoria “strumenti” presente nella barra di navigazione del sito.

Imparare tutti i tipi di candela a memoria serve a ben poco, ciò che è realmente importante è capire le candele. Le candele giapponesi non sono altro che un linguaggio, decisamente più semplice del giapponese 🙂 , e pertanto è bene comprenderle a fondo in modo che possiamo, con un semplice colpo d’occhio, comprendere subito che andamento sta avendo un asset e quali saranno i possibili scenari che si possono aprire.

Pertanto oggi voglio parlarvi del Hammer, un particolare tipo di pilar ovvero di candela con corpo corto e coda ( o ombra lunga ).

L’hammer che vedete qui in figura è verde ed ha una coda lunga verso il basso. Ma cosa vuol dire questo? La forma della candela è il risultato del comportamento del prezzo nel timeframe selezionato. Supponiamo di analizzare un grafico a candele a timeframe di 10 minuti.  Questo vuol dire che ogni candela si forma in 10 minuti. Mettetevi in testa che tutte le candele rosse  hanno come prezzo di apertura quello corrispondente al livello più alto del corpo e come prezzo di chiusura quello ccorrispondente al livello più basso del corpo. Tutte le candele verdi invece hanno il prezzo di apertura corrispondente al livello più basso del corpo e quello di chiusura al livello più alto del corpo. Le ombre, ovvero le linee verticali che formano la candela ( se ci sono ), che sono sempre presenti in un Hammer indicano i vari livelli di prezzo raggiunti durante la formazione della candela in quel determinato timeframe, nel caso da noi ipotizzato pari a 10 minuti.

hammer

Nell’immagine qui sopra ho evidenziato all’interno di un grafico una situazione tipica in cui è presente l’hammer. Ho individuato in A il prezzo di aprtura, in B il livello minimo di prezzo raggiunto nella sua formazione e in C il livello del prezzo di chiusura. Ovviamente il colore dell’Hammer è verde perchè il prezzo di chiusura è superiore a quello di apertura e quindi c’è stato un rialzo.

Questo grafico può rappresentare qualsiasi asset, forex, materia prima, titolo azionario. Non ci interessa adesso. Quello che ci interessa è capire cosa vuole indicare questa candela. Per capirlo occorre contestualizzarlo al resto del grafico. Come vedete l’hammer si presenta alla fine di un trend ribassista. Infatti ben 3 candele rosse lo precedono. Essendo rosse vuol dire che il prezzo di chiusura di ognuna di esse si trova più in basso di quello di apertura.

Poniamoci quindi alla fine della terza candela rossa e osserviamo come la nuova candela che si formerà nei prossimi 10 minuti ha un prezzo di apertura in corrispondenza della chiusura della rossa. Questo vuol dire che c’è continuità, non ci sono salti di prezzo. Bene, continuiamo. Durante la formazione dell’hammer il livello del prezzo è sceso fino a B, quindi durante la sua formazione quella candela è diventata un altra candelona rossa, ma sul finalesi è ripresa ed ha chiuso ad un prezzo superiore a quello di apertura indice del fatto che qualcosa sta cambiando altirmenti sarebbe restata una lunga candela rossa. Adesso controllate il livello del prezzo di chiusura dell’Hammer, e confrontatelo con quello di apertura della candela successiva. C’è continuità come nel caso precedente? No! Il prezzo di apertura della candela che segue è decisamente più in alto di quello di chiusura della candela che la precede ( il nostro Hammer ).

Il mio consiglio è quello di prendere ogni candela, anzi, ogni pattern ( gruppo ) di candele e di provare ad immaginare cosa sta succedendo dietro. In questo modo potrete cominciare a rendervi conto di come un grafico a candele possa parlarci in maniera semplice. Quello che ci fa diventare dei trader vincenti, indipendentemente se negoziamo in opzioni binarie o meno, è la comprensione di ciò che sta succedendo e del “sentimento” che c’è intorno a quel prezzo … salirà, scenderà? A furia di esercitarvi ad analizzare i pattern tutto vi risulterà più chiaro.

Se volete, pubblicate nei commenti qui sotto i Vostri pattern che li commenteremo insieme.

  • Riccardo Annoni

    E’ quindi consigliato scommettere in CALL a 60″ dopo un Hammer e in PUT dopo un Hangin’ Man? E? importante che questi siano preceduti rispettivamente da un trend al ribasso/rialzo? Un ragionamento simile vale anche per candele a 5′ e 15′?

    • ob60

      Non è imprtante, è fondamentale.