Lavorare da casa: vivere di trading

Decalogo del Trader

e riceverai subito il decalogo del Trader.
Resta sempre aggiornato sulle opzioni binarie

Home | Guida per opzioni binarie | Lavorare da casa con le opzioni binarie

Lavorare da casa con le opzioni binarie

vivere di trading Lavorare da casa e vivere di trading è il sogno di tutti i trader. Poter gestire il proprio lavoro senza orari significa anche gestire il tempo libero come si vuole. Se convenite con me che le opzioni binarie sono un lavoro e non un passatempo allora questo vuol dire che se riusciamo a gestire al meglio il trading in opzioni binarie allora siamo in grado di poter gestire meglio anche il nostro tempo libero.

Quanto su detto rappresenta l’obiettivo che tutti noi ci poniamo quando decidiamo di iniziare a fare trading e in particolare modo trading binario. Il primo pensiero di chi inizia ad investire in operazioni binarie è: “se riesco a trovare un metodo che mi permette di investire e guadagnare 10, 50, 100 euro al giorno, posso vivere di trading”.

Bene, ma allora è possibile o non è possibile vivere semplicemente con le opzioni binarie? Partiamo dal fatto che nulla è impossibile se lo si vuole, ma non è assolutamente cosa semplice.

Ci sono molti trader che vivono di solo trading, ma sono la minoranza rispetto a tutti coloro che decidono di diventare trader professionisti, così come ci sono molti calciatori che vivono di solo calcio, ma sono la minoranza rispetto a chi decide di diventare calciatore di professione.

Siamo realisti! Per investire abbiamo bisogno di soldi da investire e quindi dobbiamo iniziare a lavorare. Lo stipendio che ci fornisce un lavoro è “sicuro” anche se quest’ultima affermazione al giorno d’oggi può essere confutabile mentre i profitti del trading non lo sono affatto.

Di conseguenza, se vogliamo iniziare a investire online abbiamo bisogno di destinare parte dei nostri profitti a questa attività. Attenzione, parte dei profitti. Quale parte? Quella che ci possiamo permettere di perdere e senza la quale la nostra vita non cambia. Un esempio? Fumiamo un pacchetto di sigarette al giorno dal costo di 5 euro. In 30 giorni, sono 150 euro. Ok. E se cominciassimo a fumare 1 pacchetto in 2 giorni? Avremo 75euro al mese da poter destinare al trading. E se mettessimo proprio! Meglio ancora, avremmo 150 euro al mese per il trading e in più staremo sicuramente meglio in salute. Due grandi vantaggi in un colpo solo.

Questo appena fatto è ovviamente un esempio, realistico, ma un esempio. A questo punto, paradossalmente, qualcuno potrebbe dirmi … “ma io non fumo! quindi non posso fare trading?”

Tutto ciò per farvi capire che la prima cosa da sapere quando si inizia a fare trading è quella di essere a conoscenza delle nostre reali disponibilità.

Avrei potuto dirvi: ” Provate con un conto demo e vedete se siete capaci “. Non è così. Perché se vi accorgete di essere capaci e poi non avete la disponibilità è peggio ancora. Quindi assicuriamoci di conoscere le nostre reali disponibilità. Abbiamo delle entrate che ci permettono di investire qualcosa nel trading? Se non le abbiamo dobbiamo lavorare!

Punto 1: conoscere le proprie reali disponibilità

Fatta questa prima analisi, cominciamo a studiare le strategie e soprattutto a guardare i grafici dei mercati. Non voglio qui dilungarmi su quali strategie imparare e quali grafici guardare. Dovete studiare e sul nostro blog c’è tanta roba su cui poter riflettere. L’importante è comprendere che senza studi non andrete da nessuna parte.

Punto 2: studiare le strategie e i grafici dei mercati

Ora viene la parte pratica. Adesso che sappiamo quanto possiamo permetterci di perdere ogni mese (purtroppo è così che bisogna ragionare) e adesso che abbiamo iniziato a capire quali sono le varie opzioni binarie disponibili e quali sono gli strumenti di cui disponiamo (le strategie) dobbiamo imparare come e quando applicarle in base ai mercati. Si amici, come e quando applicare le strategie!

Supponiamo di aver imparato la nostra strategia OBIF. Se non sappiamo quando applicarla questa strategia potrà essere un modo per perdere tutto in breve tempo. Se stiamo in un mercato molto poco volatile e in un orario in cui apparentemente non sembrano esserci news importanti è inutile applicare la strategia OBIF, non funzionerebbe. Altra cosa fondamentale, è quella di cominciare sempre prima a testarle su un conto demo.

Punto 3: applicare le strategie giuste al momento giusto

Una volta che abbiamo fatto nostri questi 3 punti possiamo iniziare ad investire con una certa continuità. Ovviamente la spinta ci deve venire dai risultati che otterremo. Se vediamo che il primo mese perdiamo tutto, il secondo mese pure, il terzo anche, e così via beh! o non abbiamo studiato bene, o il trading in opzioni binarie non fa per noi. Inutile continuare.

Se invece vediamo che i risultati cominciano ad arrivare allora possiamo cominciare a pensare di considerarlo un lavoro. Inizialmente non potrà essere un lavoro a tempo pieno, ma, se i risultati arrivano, allora siamo sulla strada giusta.

Spero con questo articolo di essere stato di aiuto a qualcuno sia per chi ha deciso di continuare ad investire e diventerà un grande trader di opzioni binarie sia a chi deciderà che non è il caso di continuare in modo tale da avergli limitato eventuali ulteriori perdite.

In bocca al lupo a tutti e alla prossima.