Il problema degli indicatori nelle opzioni binarie

Decalogo del Trader

e riceverai subito il decalogo del Trader.
Resta sempre aggiornato sulle opzioni binarie

Home | Analisi tecnica | Gli indicatori non indicano come investire

Gli indicatori non indicano come investire

Ho visto che in molti sul web propongono strategie per opzioni binarie i cui segnali di ingresso si basano sul comportamento degli indicatori come RSI, Stocastico, MACD, ADX ecc.

Il problema principale degli indicatori sta nel fatto che ci indicano il passato e non il futuro e, oserei dire, neanche il presente. Si, neanche il presente, perché un indicatore nel presente si adatta al mercato e in base a come evolve si corregge automaticamente. Non detta legge, semplicemente segue il mercato, e per seguirlo vuol dire che il mercato si è già mosso e lui lo segue. Quindi non basate mai e sottolineo mai il vostro ingresso a mercato per via di un segnale fornito da un indicatore. L’indicatore può essere eventualmente considerato come un supporto per la vostra strategia ma non come l’elemento trainante.

I segnali per opzioni binarie possono essere ricavati da un analisi tecnica basata su supporti e resistenze statici e dinamici, sulle medie mobili e sui pattern, che a mio modestissimo avviso sono gli unici veri elementi per fare un analisi di mercato.

Nella strategia delle divergenze ad esempio non basta controllare l’andamento dell’oscillatore ma anche il movimento dei prezzi.

Trovo tra l’altro inutile riempire il grafico con tremila indicatori che non fanno altro che restringere l’area di vera analisi, quella del prezzo. Quando si fa analisi tecnica la parte più ampia del grafico deve essere dedicata ai prezzi e una minima parte, se volete, all’indicatore.

Questo che segue è a mio avviso un grafico valido, pulito sul quale si può fare una buona analisi dei prezzi.

grafico opzioni binarie corretto

Questo invece è un grafico dove credo che risulti impossibile fare un analisi dei prezzi per via degli innumerevoli indicatori inseriti.

grafico errato per opzioni binarie

Delimitare l’area dei prezzi che è quella che più ci interessa ad un area minima della pagina per me è un assurdità.

Chi fa price-action, ovvero, chi studia l’andamento dei prezzi sa che è fondamentale riuscire ad individuare dei validi supporti e resistenze che di frequente vengono rispettati. Sono questi livelli che ci devono dare l’input per aprire un trade, sono loro, insieme ai livelli dinamici che ci danno la strutture e le forme da analizzare insieme ovviamente alla forma dei pattern di candele giapponesi.

Qualcuno potrà dire ma la strategia del RSI Wilder proposta qui su questo blog funziona molto bene, si, ma come vedete in tale strategia è presente anche la media mobile e poi null’altro. Il grafico rimane molto pulito e se ad essa associamo un analisi dei supporti e delle resistenze potremmo andare anche a limare eventuali falsi segnali.

Questo articolo potrà essere di aiuto a chi si avvicina per la prima volta all’analisi tecnica ma potrà essere di supporto anche a chi già da tempo sta investendo con le operazioni binarie e al momento di applicare una strategia che si basa solo sugli indicatori ed oscillatori si trova spaesato perché si rende conto che facendo un analisi su un grafico passato sono perfetti, mentre quando si fa un analisi in tempo reale le cose sono molto differenti proprio perché gli indicatori si adattano all’andamento attuale facendo in tal modo saltare tutte le strategie.