Strategia media mobile

Strategia opzioni binarie con media mobile

La strategia per opzioni binarie con media mobile è di sicuro tra le strategie più semplici da comprendere e da applicare e tra l’altro è valida possiamo dire per qualsiasi time-frame. Vediamo adesso come è possibile metterla in pratica.

Prima di tutto rechiamoci nella nostra pagina dei Grafici. Scegliamo l’asset, per esempio EUR/USD e andiamo ad impostare un time-frame, per esempio a 1 minuto. Fatto questo andiamo ad inserire la media mobile semplice (Moving Average). La media mobile che ci viene fornita sul nostro grafico è solitamente impostata a 9 periodi. Questo parametro può andar bene, anche se volendo potete modificarlo per cercare quale configurazione sta fornendo i migliori risultati. Andiamo quindi sul nostro broker e impostiamo un investimento con scadenza 60 secondi, perché abbiamo impostato il time-frame a 1 minuto. Qualora avessimo impostato un time-frame nel grafico a 5 minuti, avremmo dovuto optare per un opzione binaria a scadenza 5 minuti e così via per time-frame superiori.

Teniamoci quindi pronti ad investire. Ok, ma quando apriamo una posizione? La posizione la apriremo quando si chiude la candela che attraversa la media mobile. Si, ma in quale direzione? Nella direzione dell’attraversamento. Vale a dire che se una candela chiude attraversando la media mobile semplice dal basso verso l’alto allora opteremo per un opzione binaria CALL (SU) , altrimenti, se la candela chiude attraversando la media mobile dall’alto verso il basso allora opteremo per un opzione binaria PUT (GIU).

 

Come vedete questa strategia è davvero molto semplice e non richiede competenze particolari.

Adesso Vi mostro un immagine nella quale potete vedere quanti segnali trading si possono generare.Strategia media mobile
Nell’immagine ogni freccetta verde indica l’apertura di un opzione CALL, mentre ogni freccetta rossa indica l’apertura di una opzione PUT. Le freccette sono poste in corrispondenza della candela che consideriamo come segnale, e questo vuol dire che il nostro investimento vale per la candela immediatamente successiva. Come potete osservare da questo grafico di EUR/USD a time-frame 1 minuto, in prossimità di ogni freccetta c’è il numero dell’investimento. Abbiamo individuato 10 segnali di investimento per cui abbiamo una numerazione da 1 a 10.

Poi oltre alle freccette e ai numeri trovate 4 “X” che corrispondono a falsi segnali, ovvero a segnali da non seguire perché in corrispondenza di essi non si ha un vero e proprio attraversamento della media mobile ma si ha una chiusura in prossimità di essa.

Quindi, se ogni freccetta corrisponde ad un investimento nella relativa direzione vi sarete resi subito conto che diversi investimenti in questo grafico applicando questa strategia risultano chiusi in perdita. Vediamo quindi quali sono gli investimenti chiusi in profitto e quali quelli chiusi in perdita.

  • Investimenti chiusi in profitto: 1, 3, 4, 5, 7, 8, 9
  • Investimenti chiusi in perdita: 2, 6, 10

Come vedete in questo caso abbiamo avuto un successo sul 70% degli investimenti. Ma attenzione, adesso è capitato il 70%, in altri casi questa percentuale potrebbe essere molto più bassa. E allora? Che vuol dire che con questa strategia possiamo tranquillamente chiudere in perdita? Certo, come un tutte le strategie ma qui però abbiamo un arma a nostro favore che potrebbe permetterci di chiudere ogni sessione di trading che affrontiamo in attivo. Come?

Bene, abbiamo osservato che le serie consecutive di trade chiusi in perdita tramite questa strategia sono 2, a volte 3 e al massimo 4. Quindi potremmo pensare di investire importi maggiori quando un trade si chiude OUT in modo da recuperare le perdite precedenti. Lo so, ho sempre sconsigliato questo tipo di atteggiamento, ma quando mi accorgo che le serie di perdite consecutive non superano in genere 4 turni allora sono propenso ad investire in questo modo.

Con questo non voglio dire che sicuramente non ci potranno essere più di 4 turni consecutivi chiusi out of the money, ma voglio dire che generalmente non accade, ansi, molto spesso trovo un massimo di 2 turni out per poi riprendere a chiudere In The Money.

Tra le strategie ad alto rischio questa è sicuramente tra le più divertenti perché in breve tempo può dar luogo ad un discreto numero di segnali di trading.

Il mio consiglio è quello di testarla sempre prima con un conto demo, ed IQ Option ve lo offre senza neanche bisogno di depositare nulla, ma semplicemente indicando nome, cognome, email e password di registrazione. Una volta convinti dei risultati che si possono ottenere allora, se lo vorrete potreste pensare di investire soldi reali. Tra l’altro con IQ Option potete anche investire in modo sequenziale partendo da importi bassissimi come da 1€ ad investimento per poi proseguire a 5€, 10€, 20€ ecc. ecc.

Come sempre, massima attenzione e ricordate che si tratta di investimenti ad alto rischio.

Media mobile adattiva

Vi è chiaro il discorso della strategia della media mobile appena visto? Bene! Adesso affronteremo un altro argomento molto importante per i trader, la media mobile adattiva.

Se la media mobile (MA moving average) tiene conto della direzione soltanto, risulterà essere tanto più attendibile quanto più il mercato sia trasversale, infatti, spesso e volentieri, l’andamento della media mobile durante le fasi trasversali viene tagliata più e più volte dal prezzo rispetto a quando siamo in un evidente trend rialzista o ribassista. Questo meccanismo può dar luogo a falsi segnali che mettono in discussione la nostra operatività. Per limitare la presenza di questi falsi segnali possiamo ricorrere alla media mobile adattiva (AMA adaptive moving average) che oltre a tenere conto della direzione tiene anche conto della volatilità e quindi individua con più precisione la formazione di un trend rispetto alla MA. Sulla Netstation è possibile introdurre nel grafico la media mobile adattiva cliccando su “studi” e poi su media mobie adattata.

media mobile adattiva

In questo modo ad esempio in condizioni di andamento trasversale la media mobile adattiva risulterà essere quasi piatta dando luogo così in misura ridotta a falsi segnali.

A mio modestissimo avviso è molto più utile adottare questa strategia con la AMA rispetto che con la MA, magari potremmo ottenere un numero di segnali di ingresso inferiore ma più preciso.

Molto spesso si parla di KAMA invece che di AMA dal nome del suo scopritore Perry Kaufman Adaptive Moving Average che la introdusse proprio per cercare di ridurre al minimo i falsi rumori.

AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO | RISK WARNING: YOUR CAPITAL MIGHT BE AT RISK